Visita www.grumonline.it, www.modugnonline.it, oltre a www.binettonline.it, www.torittonline.it e www.bitettonline.it - Tutto su Grumo Appula, Modugno, Binetto, Toritto, Bitetto e la provincia di Bari!

venerdì 31 gennaio 2014

Juventus, fatta per Osvaldo: prestito con diritto di riscatto a 18 milioni

Accordo con il Southampton: bruciato il Valencia oltre all'Inter che aveva provato il blitz in extremis. Arriva subito, anche se non parte Vucinic: in mattina le visite mediche

Osvaldo arriva alla Juventus: c'è l'accordo con il Southampton per il prestito fino a giugno (400.000 euro al club inglese) con diritto di riscatto fissato a 18 milioni. Già in mattinata le visite mediche e (probabilmente) il primo contatto con la squadra. Conte d'altronde l’aveva detto chiaramente ai dirigenti: o lui o nessuno. Nell’attacco bianconero Osvaldo sarà un titolare aggiunto perché ha le qualità tattiche, tecniche, atletiche e caratteriali che piacciono a Conte.
(da gazzetta.it)

Inter-Hernanes, accordo a un passo per 15 milioni: ma i tifosi contestano la società

A Milano i dirigenti nerazzurri definiscono i dettagli con l'agente del brasiliano, che ha salutato commosso i compagni a Formello. Prenotate le visite mediche

Hernanes, 28 anni. LaPresse
Hernanes, 28 anni. LaPresse
Il primo sussulto arriva quando l'Inter ha comunicato al Livorno che Mbaye resterà in Toscana. Nessun trasferimento alla Lazio, il club nerazzurro ha deciso di togliere il difensore dalla trattativa aperta con Claudio Lotito per Hernanes. 
(da gazzetta.it)

giovedì 30 gennaio 2014

Coppa Italia, Napoli-Lazio 1-0: decide Higuain di tacco

La squadra di Benitez vince al San Paolo e si qualifica per la semifinale contro la Roma


Napoli-Lazio, Foto Ansa
Missione compiuta per il Napoli in Coppa Italia. Al San Paolo la squadra di Benitez batte 1-0 la Lazio e stacca il biglietto per la semifinale della Tim Cup. Dopo un primo tempo equilibrato, decide un gol di Higuain all'80'. L'argentino devia di tacco un tiro-cross di Callejon e regala ai partenopei il passaggio del turno.  Insigne esce tra i fischi e se la prende con i tifosi. In semifinale ora il Napoli dovrà vedersela con la Roma.
(da sportmediaset.it)

martedì 28 gennaio 2014

RISULTATI FANTACALCIO 21^ GIORNATA


RISULTATI 21^ GIORNATA
Alessandro-Francesco 76 -66
RoccoD-MassimilianoL 62 -71,5
Mimmo-MarioRocco 73 -66,5
Costantino-Vito   81,5 -61,5
Luigi-MassimoS   60,5 -70,5

CLASSIFICA CAMPIONATO
MassimoS
36
Costantino 32
Mimmo 31
RoccoMario 30
MassimilianoL 29
RoccoD 25
Alessandro 24
Vito 22
Luigi 17
10° Francesco  (-2) 10

CLASSIFICA GENERALE RITORNO
Mimmo
152,5
Costantino 152,5
MassimilianoL 151
MassimoS 143,5
Vito 139,5
RoccoMario 138,5
Alessandro 137,5
Francesco 134
Luigi 132
10° RoccoD 128,5

PROSSIMO TURNO
Mimmo-Alessandro
MassimilianoL-Costantino
MassimoS-RoccoD
Vito-Francesco  
MarioRocco-Luigi  






I GLADIATORI-LIONS 30-30



Indisponibili: Michelangelo, NicolaA
Indisponibili storici: Massimo, VitoC, Donato, VitoE, MimmoZ, Marco, FrancescoD

Grande spettacolo e tanti gol al Binetti Stadium.
Gara iniziata alle 19:00 e terminata alle 20:40!
I Gladiatori si portano avanti 3-0, risultato ribaltato 3-5 e primo pareggio per 5-5. Lions avanti e ancora pareggio sull'8-8. I Lions allungano fino al 10-15, ma I Gladiatori pareggiano sul 15-15. Dopo il 15-21 I Gladiatori ribaltano la situazione alla grande, fino al 26-21, che sembrerebbe l'allungo giusto, ma i Luions pareggiano sul 26-26 prima e fino al 30-30 dopo.
Migliori de I Gladiatori: VitoM e AntonioB
Migliori dei Lions: AntonioC e GiuseppeP

TOTALE GARE: 210
VITTORIE DE I GLADIATORI: 76 (248 punti)
VITTORIE DEI RESET/LIONS:  113 (351 punti)
PAREGGI: 22
GOL DE I GLADIATORI: 3232
GOL DEI RESET/LIONS: 3548

lunedì 27 gennaio 2014

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO POSTICIPO 21^ GIORNATA: FIORENTINA-GENOA 3-3

Calcio, Fiorentina-Genoa finisce 3-3: il tris di Aquilani non basta

FIRENZE, 26 gennaio 2014

Con una tripletta, il centrocampista viola, prima riprende per due volte i rossoblù - avanti con Gilardino (rigore inesistente) e poi con Antonini - poi opera il sorpasso nella ripresa. Al 77' il gol di De Maio per il definitivo pari. La squadra di Montella a -3 dal Napoli

Aquilani esulta con Matri: 3 gol al Genoa. Ap
Aquilani esulta con Matri: 3 gol al Genoa. Ap
Quasi aggancio alla grande Europa, la Fiorentina va in scena sotto i riflettori sapendo già i risultati delle concorrenti al posto Champions. Insidia che il gruppo non riesce ad aggirare, anche se riprende la partita che il Genoa fa sua due volte, nel primo caso con annessa ampia polemica arbitrale. Montella rimpiazza Matri al centro dell’area (contro il Siena in coppa Italia era stato fermo per precauzione) e gli affianca le ali (Cuadrado e Joaquin), poi sceglie i muscoli di Ambrosini al posto delle geometrie dell’infortunato Borja Valero. Gasperini lancia subito Burdisso titolare, inventa De Ceglie interno sinistro della mediana a cinque e affianca Konatè all’ex Gila. 
(da gazzetta.it)


VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 21^ GIORNATA: VERONA-ROMA 1-3

Verona-Roma 1-3: Ljajic, Hallfredsson, Gervinho e Totti (rigore), la Juventus è a +6

Verona, 26 gennaio 2014

I giallorossi vincono 3-1 al Bentegodi: l'ivoriano grande protagonista con un gol e un assist per Ljajic. A segno anche Totti su rigore

Roma in festa a Verona. Afp
Roma in festa a Verona. Afp
Avviso ai naviganti del campionato: la Juventus lo scudetto deve ancora vincerlo, perché la Roma di Garcia non molla. I giallorossi, infatti, passano con merito a Verona grazie a un 1-3 reso generoso da un rigore molto dubbio (Gonzalez su Torosidis) che rende senza patemi il finale di un match deciso da Ljajic, Gervinho e Totti dal dischetto, dopo che Hallfredsson aveva pareggiato il primo vantaggio romanista. Ne consegue però che il ritorno al successo degli uomini di Garcia in trasferta (mancava da ottobre) riduce lo svantaggio dalla vetta a 6 punti. Non pochi, ma neppure un Everest invalicabile.
(da gazzetta.it)

 

domenica 26 gennaio 2014

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO ANTICIPO 21^ GIORNATA: LAZIO-JUVENTUS 1-1


Lazio-Juventus 1-1. Gol di Candreva su rigore e Llorente. Buffon espulso al 24'
Candreva celebra il momentaneo 1-0. Ansa

All'Olimpico la capolista interrompe la serie di successi consecutivi, che si ferma a 12, ma porta comunque per il momento a +9 il vantaggio sulla Roma prima inseguitrice. I bianconeri rimontano con l'uomo in meno, salvati dalla traversa colpita da Klose (paratissima di Storari) e dal palo centrato da Keita

All’Olimpico non si passa. Martedì la Juve aveva perso in Coppa Italia contro la Roma, stasera ha pareggiato contro la Lazio rischiando di perdere. Con molto carattere e un po’ di fortuna i bianconeri hanno evitato la sconfitta, ma sono stati messi in difficoltà dalla squadra di Reja che non è riuscita a sfruttare la superiorità numerica. La striscia di vittorie consecutive della Juve si ferma a quota 12, il vantaggio dei bianconeri sulla Roma potrebbe scendere a sei punti e domenica prossima contro l’Inter Conte non potrà schierare lo squalificato Buffon. 
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO ANTICIPO 21^ GIORNATA: NAPOLI-CHIEVO 1-1

Napoli-Chievo 1-1, gol di Sardo e Albiol: secondo pareggio di fila per Benitez

L'esultanza di Sardo dopo l'1-0 Chievo. Ap

Altro mezzo passo falso per gli azzurri dopo quello di Bologna: veneti avanti al 18', a due minuti dal termine rimedia lo spagnolo alla prima rete stagionale. Due pali di Mertens, traversa di Insigne. Nella ripresa il debutto di Jorginho

 
Brutto, bruttissimo Napoli che si salva per il rotto della cuffia con una girata di destro firmata da Albiol a due minuti dalla fine. Sempre in rincorsa la squadra di Benitez, ancora una volta penalizzata da una fase difensiva da brividi e il solito erroraccio in retroguardia che le inguaia i piani della vigilia. Hamsik e soci sono riusciti a beccare gol, in casa, in contropiede da un Chievo per nulla catenacciaro ma attento e ficcante. Sfruttando, poi, una volta in vantaggio una difesa in gran serata, che abdica per l'unica distrazione (Cesar si fa beffare dalla girata dello spagnolo e Puggioni arriva con un attimo di ritardo in tuffo sul pallone) .
(da gazzetta.it)

venerdì 24 gennaio 2014

FORMAZIONI FANTACALCIO 2013/14 - 21^ GIORNATA SERIE A

21^ Giornata

Alessandro-Francesco
RoccoD-MassimilianoL
Mimmo-MarioRocco
Costantino-Vito  
Luigi-MassimoS  






Fiorentina-Siena 2-1. Gol di Ilicic, Giacomazzi e Compper. Viola in semifinale

Firenze, 23 gennaio 2014

Coppa Italia: nei quarti successo della squadra di Montella, sotto la pioggia al Franchi. Lo sloveno segna, serve l'assist al difensore, poi esce infortunato, riducendo ulteriormente le opzioni offensive. Al prossimo turno sfida con l'Udinese

A Firenze pensano che il primo trofeo della gestione Della Valle non sia mai stato così vicino: battuto il Siena nel derby dei quarti di finale, a Montella toccherà l’Udinese nel doppio incrocio delle semifinali, ed eventualmente la finalissima di Roma. L’ultima coppa in bacheca fu sistemata nell’era Cecchi Gori, con i DV tre semifinali, una di Europa League, e ora due di coppa Italia. Spingersi a sognare l’Olimpico è un film da appassionati viola, la realtà fa comunque della Fiorentina una serissima candidata. La squadra sa guardare oltre la maledizione dell’attacco (fuori Gomez, Pepito, Matri e stasera k.o. Ilicic), sa concentrarsi su ogni sfida (non era un Siena affatto dimesso) e superare l’ostacolo anche se in difficoltà. 
(da gazzetta.it)

Thohir replica a Marotta: "L'Inter si è sempre distinta per integrità e lealtà"

Milano, Milano

Il presidente nerazzurro: "Non posso permettere a nessuno al di fuori della nostra Società di criticare pubblicamente le nostre dinamiche interne"

Agnelli e Thohir, numeri uno di Juventus e Inter. Ansa
Agnelli e Thohir, numeri uno di Juventus e Inter. Ansa
Il comunicato del presidente Erick Thohir pubblicato sul sito dell'Inter, in risposta alle critiche di Marotta relative all'affare di mercato, poi sfumato, per il retrofront nerazzurro Vucinic-Guarin.
(da gazzetta.it)

giovedì 23 gennaio 2014

Coppa Italia, Milan-Udinese 1-2: gol di Balotelli, Muriel su rigore e Nico Lopez

MILANO, 22 gennaio 2014

Finisce 2-1 per i friulani a S. Siro. Non basta il gol di Balotelli in avvio, la squadra del nuovo tecnico subisce la rimonta di Muriel (rigore) e Nico Lopez

Nico Lopez, autore del gol partita. Ap
Nico Lopez, autore del gol partita. Ap
Fuori dalla Coppa Italia, e forse anche dall'Europa. Il Milan sconfitto in casa dall'Udinese nei quarti (gara secca) adesso dovrà cercare di recuperare in campionato per acciuffare almeno l'Europa League. Un obiettivo stagionale è già sfumato a gennaio. Non è bastato il cambio d'allenatore per dare la scossa sperata, però in compenso è stata sufficiente un'Udinese normale, capace di tirare in porta quanto basta, per ridimensionare il successo col Verona in campionato. Il pubblico non ha gradito lo spettacolo: tanti i fischi a fine partita. 
(da gazzetta.it)

Vucinic-Guarin. Marotta: "L'Inter non è stata seria. Lo scambio non si fa più"

Vinovo (To), 22 gennaio 2014

Durissimo attacco dell'a.d. bianconero in conferenza stampa: "Situazione incresciosa: Thohir aveva dato l'assenso ad Agnelli via sms. Non si tratta più. In 30 anni non avevo visto mai nulla del genere. Mi guardo bene dall'allestire una nuova trattativa con loro"

L'a.d. della Juve, Beppe Marotta. LaPresse
L'a.d. della Juve, Beppe Marotta. LaPresse
La Juventus è rabbiosa, non ha digerito il dietrofront dell'Inter nello scambio Vucinic - Guarin, e Beppe Marotta non ci sta. Ieri la società bianconera aveva definito l'accaduto (e in particolare l'atteggiamento della dirigenza nerazzurra) "sconcertante", oggi l'Amministratore Delegato della Juventus ha usato toni forti nella conferenza stampa indetta appositamente per l'occasione: "Mi guardo bene da intavolare ulteriori trattative con l'Inter: non parlo di mancanza di affidabilità da parte loro, ma di mancanza di serietà". 
(da gazzetta.it)

mercoledì 22 gennaio 2014

Juventus, Conte: "Il nostro gol era buono. Palla dentro sul cross, e neanche di poco"

Antonio Conte. Ansa

L'allenatore bianconero: "Il cross di Isla per Peluso non era uscito. E quello su Giovinco era fallo da ultimo uomo. È stata una partita molto equilibrata. L'atteggiamento tattico? È stato lo stesso di Torino, della partita di campionato. E non ho contropiedisti in squadra. Chiellini è uscito per infortunio"

Antonio Conte, allenatore della Juventus, recrimina dopo l'eliminazione in Coppa Italia, nei quarti di finale contro la Roma.
(da gazzetta.it)

Roma-Juventus 1-0. Gol di Gervinho. Giallorossi in semifinale di Coppa Italia

Totti festeggia con Gervinho. LaPresse

Festa all'Olimpico si impongono i giallorossi, che fanno di più la partita e passano al 34' della ripresa con l'attaccante ivoriano. Decisivo l'ingresso di Pjanic nel secondo tempo. Al prossimo turno sfida con la vincente di Lazio-Napoli

La Roma si prende la rivincita ed elimina la Juve dalla Coppa Italia dopo una partita non bella, con poche occasioni da gol, decisa da una gran giocata di Pjanic e da un’indecisione di Bonucci. Conte ha scelto di fare un ampio turnover, Garcia ha schierato quasi tutti i titolari e ha avuto ragione. Continua la maledizione della Coppa Italia per Conte che sempre all'Olimpico ha dovuto rinunciare al trofeo da quando è alla Juve: finale persa col Napoli nel 2012, semifinale con la Lazio nella passata stagione e ora la Roma, che affronterà la vincente di Napoli-Lazio.
(da gazzetta.it)

Vucinic-Guarin, l'Inter stoppa lo scambio con la Juve. C'è il no di Thohir

Milano, 21 gennaio 2014

Nota nerazzurra: "Non ci sono le condizioni per il raggiungimento dell'accordo". I bianconeri: "Sconcertante"

Mirko Vucinic e eFredy Guarin. Ansa
Mirko Vucinic e eFredy Guarin. Ansa
Doveva essere il giorno della definizione dello scambio Vucinic-Guarin tra Inter e Juventus. Allenatori d'accordo, giocatori d'accordo, procuratori d'accordo e persino i club d'accordo. Ma la rabbia è montata furiosa tra i tifosi interisti che si sono sentiti presi in giro. Mobilitazione ultrà sotto la sede nerazzurra, striscioni e offese contro i dirigenti definiti "mele marce" e incontro in sede per 4 ultrà (come rappresentanza del tifo). Risultato? Moratti convince Thohir a ripensarci, l'Inter si tira indietro e lo comunica via sito ufficiale. Rapida la risposta bianconera - sempre a mezzo Internet -: "Sconcertante". Gli inglesi scriverebbero: to be continued...
(da gazzetta.it)

martedì 21 gennaio 2014

RISULTATI FANTACALCIO 20^ GIORNATA


RISULTATI 20^ GIORNATA
RoccoD-Alessandro 66,5- 61,5
Francesco-MassimilianoL 68 -79,5
MassimoS-Mimmo 73 -79,5
Luigi-Costantino   71,5 -71
Vito-MarioRocco   78 -72

CLASSIFICA CAMPIONATO
MassimoS
33
RoccoMario 30
Costantino 29
Mimmo 28
MassimilianoL 26
RoccoD 25
Vito 22
Alessandro 21
Luigi 17
10° Francesco  (-2) 10

CLASSIFICA GENERALE RITORNO
MassimilianoL
79,5
Mimmo 79,5
Vito 78
MassimoS 73
RoccoMario 72
Luigi 71,5
Costantino 71
Francesco 68
RoccoD 66,5
10° Alessandro 61,5

PROSSIMO TURNO
Alessandro-Francesco
RoccoD-MassimilianoL
Mimmo-MarioRocco
Costantino-Vito  
Luigi-MassimoS  






lunedì 20 gennaio 2014

Mercato, scambio Inter-Juventus: Guarin per Vucinic, anche D'Ambrosio in nerazzurro

Milano, 20 gennaio 2014

Operazione a sorpresa: l'attaccante montenegrino, per il centrocampista colombiano, che ha già sostenuto le visite mediche. Marotta a Milano per chiudere, Conte voleva portarlo a Roma per i quarti di Coppa Italia, ma non ci sono i tempi tecnici

Mirko Vucinic, 30 anni. Ansa
Mirko Vucinic, 30 anni. Ansa
L'Inter ha trovato l'accordo con la Juventus per Mirko Vucinic, che già in serata sosterrà le visite medich a Milano. In cambio a Torino andrà Fredy Guarin, che fino a poche settimane fa sembrava destinato a passare al Chelsea, per i soldi che avrebbero sbloccato il mercato dei nerazzurri. Soldi che non dovrebbero arrivare, visto che si parla di uno scambio con insistenza di scambio alla pari, a titolo definitivo. Valutazione 15 milioni, che permetterà a entrambe le parti di mettere a bilancio una robusta plusvalenza, considerando il costo dei due cartellini, in buona parte già ammortizzati.
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO POSTICIPO 20^ GIORNATA: MILAN-VERONA 1-0

Milan-Verona 1-0: gol di Balotelli su rigore nel finale. Parte bene Seedorf

Milano, 19 gennaio 2014

Partita risolta all'83' dal penalty di SuperMario dopo un ingenuo fallo di Gonzalez su Kakà. Rossoneri bene solo a sprazzi, veneti coraggiosi ma poco pericolosi

Clarence Seedorf è un uomo fortunato. Il suo ottimismo, nonostante la prova a sprazzi del Milan, vale tre punti, guadagnati a fatica contro un Verona ordinato che lascia San Siro a testa alta. A rendere dolce l’esordio dell’olandese è Balotelli che trasforma un rigore all’82’. Una vittoria ottenuta con il gruppo, ma la ricerca dell’antivirus per riportare i rossoneri necessità di una ricerca più accurata. 
(da gazzetta.it) 

domenica 19 gennaio 2014

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO ANTICIPO 20^ GIORNATA: JUVENTUS-SAMPDORIA 4-2

Juventus-Sampdoria 4-2. Doppio Vidal, gol di Llorente, Pogba e Gabbiadini, autorete di Barzagli

Torino, 18 gennaio 2014

La capolista vince per la 12a volta di fila in campionato tenendo la Roma a -8. Ma il successo sulla squadra di Mihajlovic, che ha preso la traversa sul 2-3, non è stato facile

Gioia Juve, continua a vincere in campionato. Ansa
Gioia Juve, continua a vincere in campionato. Ansa
Se si distrae, allora forse si gioca. Ma se non si distrae, la Juve fa un altro sport. La conferma è arrivata allo Stadium contro la Sampdoria che è stata inizialmente travolta, rimessa in partita due volte per due disattenzioni, ma poi è stata nuovamente e irrimediabilmente staccata. Nel segno di un monumentale Vidal la Juve ha centrato la dodicesima vittoria consecutiva, il decimo successo su dieci partite allo Stadium in campionato e festeggiato il quinto incontro di fila in cui ha segnato almeno tre gol. La Roma, vittoriosa contro il Livorno, è sempre otto punti più giù. Fare meglio di così sarebbe disumano. 
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO ANTICIPO 20^ GIORNATA: ROMA-LIVORNO 3-0

Roma-Livorno 3-0, gol di Destro, Strootman e Ljajic. Solo pochi minuti per Totti

ROMA, 18 gennaio 2014

A segno Destro, Strootman e Ljajic, col portiere toscano Bardi che evita un passivo più pesante. Dubbi sulla prima rete per il fuorigioco di Gervinho. Il capitano e Maicon a riposo in vista della Juve

Destro festeggiato dopo il gol dell'1-0. Reuters
Destro festeggiato dopo il gol dell'1-0. Reuters
Nessun calcolo di Garcia, è vero, ma neanche nessun problema per la Roma a sbarazzarsi di un Livorno troppo inconcludente, mai vivo, a cui il cambio di panchina (da Nicola a Perotti) non sembra neanche aver dato la classica scossa. Scossa che invece si prepara a vivere la Roma martedì prossimo, quando nei quarti di Coppa Italia ospiterà la Juventus, dopo aver "giocherellato" proprio contro i toscani. Del resto, il Livorno ci ha provato anche a chiudere spazi e fonti di gioco con un 3-5-1-1 che spesso diventava 5-4-1 (con Piccini e Mbaye ad infoltire la difesa e Benassi scalato a centrocampo), ma ha rinunciato da subito a qualsiasi velleità offensiva. Così ne è venuta fuori una partita dominata dalla Roma in ogni angolo del campo, in virtù anche di una differenza tecnica a tratti imbarazzante, come se Roma e Livorno fossero agli antipodi non in classifica, ma nelle categorie di appartenenza. 
(da gazzetta.it)

Tennis, Australian Open: Pennetta batte Kerber, prima volta ai quarti. Williams out!

MELBOURNE (Australia), 19 gennaio 2014

Notte magica a Melbourne: Flavia batte la Kerber ed entra per la prima volta tra le migliori 8, la serba rimonta Serena e mette fine alla serie di 25 successi consecutivi

Flavia Pennetta, 31 anni. Reuters
Flavia Pennetta, 31 anni. Reuters
Una meravigliosa Flavia Pennetta approda per la prima volta ai quarti degli Australian Open battendo 6-1 4-6 7-5 la tedesca Kerber, numero 9 del mondo, in un’ora e 52 minuti: il successo della maturità, di una ritrovata consapevolezza rafforzata dalle difficoltà incontrate durante la lunga pausa per l’infortunio al polso destro, della straordinaria condizione atletica e anche, per lunghi tratti, di un gioco brillantissimo e spettacolare.
(da gazzetta.it)

venerdì 17 gennaio 2014

FORMAZIONI FANTACALCIO 2013/14 - 20^ GIORNATA SERIE A

20^ Giornata

RoccoD-Alessandro
Francesco-MassimilianoL
MassimoS-Mimmo
Luigi-Costantino  
Vito-MarioRocco  






mercoledì 15 gennaio 2014

Coppa Italia, Napoli-Atalanta 3-1: gol di De Luca, doppio Callejon e Insigne. Espulso Yepes

Milano, 15 gennaio 2014

Al S. Paolo proteste vibranti dell'Atalanta sul 2-1 di Insigne, che però è regolare: in avvio De Luca, poi capolavori dello spagnolo

Lorenzo Insigne festeggia così il 2-1. Ansa
Lorenzo Insigne festeggia così il 2-1. Ansa
Il Napoli cala i pezzi da novanta e prosegue il cammino in Coppa Italia, battendo l'Atalanta 3-1. Benitez nella ripresa butta dentro Hamsik (bentornato) e Higuain: subito dopo arriva il gol del 2-1. Che fa infuriare l'Atalanta (espulso Yepes per proteste): giocata di Del Grosso, che si gira di spalle alzando il braccio per invocare il (netto) fuorigioco di Higuain. Ma le nuove regole dicono, tra l'altro: finché il Pipita non riceve palla, il suo fuorigioco è virtuale. Tanto più che Higuain in questo caso non fa nulla per disturbare il terzino avversario. Quindi gol regolare di Insigne, liberato dalla giocata involontaria di Del Grosso. Che se avesse fatto sfilare il pallone, sarebbe stato premiato dalla bandierina dell'assistente. E' l'episodio chiave, con Callejon che nel finale mette il timbro con la doppietta personale a una serata da campione quale lo spagnolo è.
(da gazzetta.it)

Coppa Italia: Milan-Spezia 3-1, Robinho gol, poi si sbloccano Pazzini e Honda

Milano, 15 gennaio 2014

Rossoneri avanti: ai quarti affronteranno l'Udinese. Prima rete stagionale per l'attaccante al debutto da titolare, prima rete in rossonero per il giapponese. Ferrari accorcia le distanze al 91' per i liguri

L'esultanza di Honda e Pazzini. Ap
L'esultanza di Honda e Pazzini. Ap
La via più corta per l’Europa, per un Milan malinconicamente undicesimo in campionato, viene imboccata senza esitazioni né entusiasmo: 3-1 allo Spezia davanti a 15.000 spettatori, la metà dei quali venivano dal porto ligure, ben più carichi e allegri di quelli che hanno visto la squadra vincere e passare ai quarti (contro l'Udinese). C’era Seedorf, arrivato in tempo per vedere il momento peggiore della sua squadra, niente striscioni, dopo lo sciopero del tifo contro l’Atalanta, e vista l’aria sarà stato anche un bene. La gara unica degli ottavi di Coppa Italia, gara unica anche per Mauro Tassotti in panchina – e per molti anche ultima, dopo più di trent’anni, con un contratto in scadenza a giugno – offre quello che doveva offrire, due esordi da titolare in maglia rossonera, Rami e Honda, la prima da titolare di Pazzini dopo l’infortunio, e due dei tre vanno anche in gol, il giapponese e il toscano. Il primo lo aveva firmato Robinho, che ha sbagliato più di qualcosa, meglio Rami. Cristante non ha sfigurato, Mexes svagato come troppo spesso gli accade. 
(da gazzetta.it)

Milan, Seedorf subito a San Siro. "Sono qui per aprire un nuovo ciclo"

Milano, 15 gennaio 2014

L'olandese è sbarcato a Linate e si è diretto allo stadio per assistere alla parte finale di Milan-Spezia. "Abbiamo molto da fare, sono felice. Berlusconi aveva previsto tutto. Non si può dire che sono tornato: non sono mai andato via", le prime parole del nuovo tecnico

Clarence Seedorf, appena atterrato a Milano. LaPresse
Clarence Seedorf, appena atterrato a Milano. LaPresse
L'addio al Botafogo (e al calcio giocato), la conferenza stampa e i saluti a Rio, la partenza per l'Europa, con sbarco ad Amsterdam per una breve sosta insieme alla sua famiglia. Per Clarence Seedorf è successo tutto molto in fretta. E in fretta è arrivato anche il momento dello sbarco a Milano (e a San Siro), dove prende il via la nuova avventura da tecnico del Milan. 
(da gazzetta.it)

RISULTATI FANTACALCIO 19^ GIORNATA


RISULTATI 19^ GIORNATA
MassimilianoL-Alessandro 62- 83
Francesco-RoccoD 66 -76,5
CostantinoG-Mimmo 70 -71,5
MarioRocco-MassimoS 62,5 -81,5
Vito-Luigi   65,5 -68

CLASSIFICA CAMPIONATO
MassimoS
33
RoccoMario 30
Costantino 28
Mimmo 25
MassimilianoL 23
RoccoD 22
Alessandro 21
Vito 19
Luigi 16
10° Francesco  (-2) 10

CLASSIFICA FINALE GENERALE ANDATA
RoccoMario
1242
MassimoS 1236,5
Costantino 1209
Alessandro 1190,5
Mimmo 1173
Luigi 1170
RoccoD 1156
MassimilianoL 1147,5
Francesco 1142,5
10° Vito 1133

PROSSIMO TURNO
RoccoD-Alessandro
Francesco-MassimilianoL
MassimoS-Mimmo
Luigi-Costantino  
Vito-MarioRocco  






Lazio-Parma 2-1. La doppietta di Perea vale i quarti di Coppa Italia

Milano, 14 gennaio 2014

All'Olimpico il centravanti colombiano fa la differenza contro i gialloblù, che pagano gli errori sottoporta. Al prossimo turno gli uomini di Reja affrontano la vincente di Napoli-Atalanta, in programma mercoledì

Brayan Perea. LaPresse
Brayan Perea. LaPresse
Lazio, ci pensa Perea. Con una doppietta stende 2-1 un buon Parma e regala agli uomini di Reja i quarti di finale di Coppa Italia, competizione di cui i biancocelesti sono i campioni in carica. Il centravanti segna al 91', dopo che Biabiany aveva risposto alla sua prima marcatura. Per gli uomini di Donadoni una mezza beffa: dopo una prima mezzora di difficoltà, erano usciti bene alla distanza. Con Cassano, tornato titolare, ad ispirare la manovra, anche se con la consueta mobilità limitata. Ma Sansone sottoporta ha sbagliato, Perea no. E il Parma, che ha dimostrato perchè ha due punti in più in campionato degli avversari di serata, saluta la coppa. Reja si può godere un'alternativa credibile a Klose e un volitivo Onazi, mentre i rimpiazzi della difesa hanno messo i brividi al tecnico goriziano. 
(da gazzetta.it)

Milan, Seedorf: "Allenerò i rossoneri. Obiettivo? Il Mondiale per Club..."

Milano, 14 gennaio 2014

L'olandese appende le scarpe al chiodo e comincia l'avventura in rossonero con contratto fino al 2016: "Smetto di giocare, non potevo dire di no a Berlusconi. Col club un rapporto speciale"

Clarence Seedorf saluta, l'avventura col Milan è iniziata. Afp
Clarence Seedorf saluta, l'avventura col Milan è iniziata. Afp
Domani alle 18.40 arriverà a Linate e inizierà la sua nuova vita rossonera. Clarence Seedorf non è ancora ufficialmente il nuovo allenatore del Milan ma oggi l'annuncio che anticipa i tempi l'ha dato lui stesso in una sorta di doppia conferenza stampa da Rio de Janeiro, dov'è arrivato in elicottero, come fa Silvio Berlusconi quando raggiunge Milanello. Da una parte l'addio (o meglio, l'arrivederci) al Botafogo, dall'altra il via libera al nuovo corso rossonero. Il dopo-Allegri è cominciato.
(da gazzetta.it)

Fiorentina, ecco Matri: "Ho voglia di rivincite". Presi pure Anderson e Tatarusanu

Milano, 14 gennaio 2014

Il centrocampista arriva in prestito dallo United con riscatto fissato a 6,5 milioni, per il centravanti domani le visite mediche. Munua torna al Nacional, per giugno Stekelenburg o Sommer

Alessandro Matri, 29 anni. Ansa
Alessandro Matri, 29 anni. Ansa
E' sempre più Fiorentina-show: doppio regalo per Vincenzo Montella. Arrivano in un solo colpo il centrocampista Anderson dal Manchester United e il centravanti Alessandro Matri dal Milan. Doppia operazione, entrambi a zero euro: doppio prestito. E, chicca finale, arriva anche il portiere Tatarusanu dalla Steaua Bucarest.
(da gazzetta.it)

martedì 14 gennaio 2014

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO POSTICIPO 19^ GIORNATA: INTER-CHIEVO 1-1

Inter-Chievo 1-1: reti di Paloschi e Nagatomo, annullato gol regolare al giapponese

Milano, 13 gennaio 2014

Finisce 1-1 a S. Siro: in avvio il giapponese risponde all'attaccante, poi gli viene annullato ingiustamente il gol del 2-1. Ma poi i nerazzurri creano troppo poco

Yuto Nagatomo, grande protagonista col Chievo. LaPresse
Yuto Nagatomo, grande protagonista col Chievo. LaPresse
“Io li odio i lunedì. Odio quel giorno lì”: così cantò Vasco. E certe volte il calendario è crudele. Già l’Inter vive un momento un po’ così, poi le tocca giocare di lunedì sera, sotto la pioggia, in uno stadio mezzo vuoto e alla fine fischiante. Per di più contro il Chievo, contro cui aveva sempre vinto, a Milano, negli ultimi sette anni. Insomma, tutto da perdere. O almeno da pareggiare. E pareggio sarà: 1-1. Il sesto 1-1 del girone d’andata: aggiungeteci due 3-3 e avrete una squadra che procede a passettini. Quindi lenta. Faticosamente. Tristemente. Borbottando fra sé e sé per il secondo gol, buono, di Nagatomo annullato. Senza il tacco di Palacio, avremmo una Pinetina in cura per depressione. Mazzarri stavolta cambia qualcosa, ma i suoi non cambiano marcia. Nagatomo risponde a Paloschi. Nessuna disfatta. Se il lato rossonero di Milano è allo sprofondo, qui siamo alla calma piatta. Poco da stare allegri, comunque. 
(da gazzetta.it)


VOTI UFFICIALI FANTACALCIO POSTICIPO 19^ GIORNATA: SAMPDORIA-UDINESE 3-0

Sampdoria-Udinese 3-0, Eder doppietta, gol di Gastaldello. Mihajlovic sorpassa Guidolin

Eder, 27 anni,  alla Samp da gennaio 2012. LaPresse

Il brasiliano decide il match con una rete su rigore e una in fuorigioco, prima del sigillo del difensore. Espulsi Allan, Soriano e Gabriel Silva: proteste dei friulani per un penalty negato a Heurtaux in parità numerica. Altra brutta prova per Di Natale

Quando è arrivato alla Sampdoria, Sinisa Mihajlovic, citando Kennedy, ha chiesto ai suoi calciatori di chiedersi cosa potessero fare loro per la squadra, piuttosto che la Samp per loro. Il 3-0 all'Udinese, frutto della doppietta di Eder e la rete finale di Gastaldello in una gara caratterizzata anche da tre espulsioni (Allan, Soriano e Gabriel Silva), rivela che il messaggio è stato recepito in pieno e che il primo a fare qualcosa di molto importante per la Samp sia stato proprio il suo allenatore, portando in dote una serie di elementi preziosi: mentalità, in primis, perché questo gruppo interpreta alla lettera la richiesta di lottare su ogni pallone; carattere, perché dopo due sconfitte consecutive (seppur a Napoli e in coppa Italia a Roma) non era scontato riprendere il filo e, anzi, sul piano del gioco si sono visti notevoli progressi con il 4-2-3-1 che comincia a dar frutti anche in fase offensiva; infine equilibrio, perché non è un caso che la terza vittoria in sette gare arrivi con la porta inviolata, mentre con Delio Rossi solo in un caso Da Costa non aveva subìto gol. 
(da gazzetta.it)



Pallone d'oro 2013, vince Cristiano Ronaldo. Baci ad Irina e lacrime sul palco

Milano, 13 gennaio 2014

Dopo 4 anni di dominio assoluto finisce l'era Messi. Il portoghese del Real supera la Pulce e Ribery. Miglior allenatore del 2013 è stato il tecnico del Bayern vincitutto Jupp Heynckes

Ronaldo, vincitore del Pallone d'oro 2013, con Irina. LaPresse
Ronaldo, vincitore del Pallone d'oro 2013, con Irina. LaPresse
E' Cristiano Ronaldo il vincitore del Pallone d'oro 2013. Batte in volata Leo Messi e Franck Ribery. L'attaccante del Real Madrid, 27 anni, ha già vinto nel 2008. Le lacrime di CR7, "è un momento molto emozionante per me, non riesco a parlare". Altro che "duro", Cristiano Ronaldo esulta piangendo, abbracciando il figlio e stringendo la mano a Pelè e Blatter: "Grazie a tutti, grazie ai miei compagni, al Real Madrid, alla nazionale e alla mia famiglia. Questo è un onore enorme". E' un altro Cristiano, ben diverso da quello che eravamo abituati a conoscere.
(da gazzetta.it)

Milan, Allegri esonerato. Seedorf giovedì a Milano. Galliani: "Sono molto dispiaciuto"

MILANO, 13 gennaio 2014

La decisione dopo 3 ore di vertice ad Arcore dei Berlusconi: Clarence supera Inzaghi per aprire il nuovo corso tecnico. Fino a giovedì sarà Tassotti a guidare l'allenamento. Allegri: "E' stata un'esperienza gratificante". La moglie di Antonini: "Finalmente godo anch'io"

Massimiliano Allegri, 46 anni, è stato l'allenatore del Milan dal 25 giugno 2010 al 13 gennaio 2014. LaPresse
Massimiliano Allegri, 46 anni, è stato l'allenatore del Milan dal 25 giugno 2010 al 13 gennaio 2014. LaPresse
E' stato l'ultimo giorno di Massimiliano Allegri alla guida del Milan dopo quattro annidi panchina rossonera nei quali ha vinto uno scudetto e una supercoppa italiana. In mattinata la società ne ha ufficializzato l'esonero, e nel pomeriggio, al termine di un vertice della famiglia Berlusconi ad Arcore durato tre ore, è stato scelto il nome di Clarence Seedorf per aprire il nuovo corso rossonero. L'olandese giovedì sbarcherà a Milano.
Ripercorriamo insieme la giornata.
(da gazzetta.it)