Visita www.grumonline.it, www.modugnonline.it, oltre a www.binettonline.it, www.torittonline.it e www.bitettonline.it - Tutto su Grumo Appula, Modugno, Binetto, Toritto, Bitetto e la provincia di Bari!

mercoledì 14 giugno 2017

BUONE VACANZE DA FANTAGRUMO & REDAZIONE ON LINE NETWORK



L'aggiornamento del sito e del blog riprenderanno dopo le vacanze.

BUONA ESTATE A TUTTI!

domenica 4 giugno 2017

Champions: Juve, svanisce il sogno. Il Real di Ronaldo campione d'Europa: 4-1

Niente Triplete a Cardiff: il Madrid vince 4-1 con doppietta di CR7 e gol di Casemiro e Asensio, inutile la rovesciata di Mandzukic. Per i bianconeri è la settima finale persa

 



Un’altra pugnalata al cuore. Un’altra tacca sul muro delle sconfitte di una prigione europea che sembra dire “fine pena mai”. Così vicini alla gioia liberatoria, così respinti nel profondo pozzo della depressione da finali perse. Sono sette, sono cinque di fila: Allegri può anche contare quelle giocate, per cacciare via la negatività, ma stasera non gli andrà dietro nessuno. La Juve perde 4-1 contro un Real che invece, visto da Torino, è il suo "odioso" opposto. Animali da finali, vincenti nati col ciuffo in ordine e i muscoli scolpiti di Cristiano Ronaldo: 2 gol stasera, 12 nel torneo, terza finale timbrata. Come lui, nessuno nell’era moderna. Meglio di lui solo Di Stefano, altro madridista.
(da gazzetta.it)

Piazza San Carlo, un petardo ed è caos: 1000 feriti, 8 gravi, bimbo gravissimo

Migliaia di persone sono scappate a causa di due boati fortissimi e ravvicinati. Sarebbero 8 i feriti gravi, in particolare un bimbo di 7 anni e mezzo, schiacciato dalla folla e ora in rianimazione

 


Una festa trasformata in una notte di paura. I tanti tifosi della Juventus (circa 30.000) assiepati in piazza San Carlo a Torino per assistere alla finale di Champions League dal maxischermo appositamente allestito, hanno vissuto minuti di puro terrore: un boato, la paura di una bomba, il fuggi fuggi. Alla fine i feriti sono più di 1000, 8 gravi si un bimbo di 7 anni e mezzo sarebbe in codice rosso. 
(da gazzetta.it)

Champions League, la maledizione di Buffon: "Tutti gli episodi contro di noi..."

Groppo in gola per il capitano bianconero: è l'unico trionfo che gli manca: "Un bellissimo tempo, avevamo messo alle corde il Real Madrid, forse siamo andati fuori giri"




Provaci ancora Gigi. Adesso che sembra impossibile, adesso che resta una sola fiche da giocare, quella della prossima stagione. Credici adesso, contro ogni senso logico, contro ogni sospetto dell’esistenza di una maledizione. Quella che lo tiene lontano da quella coppa, ma non dalla storia del calcio (lì ci è già entrato).
(da gazeztta.it)

Juventus-Real Madrid, Dybala e Higuain spariti, che black-out per la BBC

La difesa ha incassato più gol in finale che nell'intera Champions League, Cuadrado entra e si fa cacciare, Marchisio non riesce a dare la scossa, Allegri neanche

 


Dimenticate il 1998, il gol di Mijatovic in fuorigioco e le polemiche. Diciannove anni dopo la dodicesima Champions del Madrid è del tutto meritata. Dopo un primo tempo almeno alla pari, la Juve è sparita. Le sono mancati alcuni degli uomini presi per fare la differenza proprio in queste partite. Non bastano 45’ orripilanti, anche se sono i più importanti dell’anno, a buttare tutto. Anche perché la settima sconfitta in una finale europea arriva per un mano di un Real di fenomeni. Ma più di qualcosa e qualcuno non hanno funzionato.


 (da gazzetta.it)

lunedì 29 maggio 2017

Monaco, parata Ferrari! Trionfa Vettel, poi Raikkonen. Podio Ricciardo

Doppietta rossa a Montecarlo col tedesco che vince davanti a Kimi con sorpasso al cambio gomme. Terzo l'australiano della Red Bull. Male le Mercedes con Bottas solo 4° beffato pure lui al pit stop e Hamilton 7°




Un lungo monologo Ferrari, 16 anni dopo l’ultimo successo rosso a Montecarlo con Michal Schumacher nel 2001. La SF70H di Sebastian Vettel vince il GP di Monaco grazie al successo numero 45 in carriera (e terzo stagionale) per il tedesco, che legittima nella seconda parte di gara una corsa sempre all’attacco del compagno Kimi Raikkonen, secondo all’arrivo. In questo modo Seb aumenta il suo vantaggio in classifica su Lewis Hamilton, settimo al traguardo dopo la disastrosa qualifica di ieri, che ora sale a 25 punti (129 contro 104). Terzo Daniel Ricciardo, che legittima il suo quinto posto nella generale e sale a quota 52, dietro allo stesso Raikkonen (67) e a Bottas (75). Il finlandese della Ferrari era partito subito fortissimo tenendo dietro a Seb ed a Valtteri Bottas (quarto), che ha provato invano ad infilarsi al via fra i due ferraristi, tenendosi però alle spalle la coppia Verstappen-Ricciardo.
(da gazzetta.it)

Dumoulin re del Giro 100. Quintana 2° Nibali 3°

Nella crono finale da Monza a Milano l'olandese chiude alle spalle del connazionale Van Emden rimontando i rivali e conquistando così la sua prima Corsa Rosa. Il colombiano precede il siciliano sul podio per soli 9". Pinot 4° e Zakarin 5°

 


Più forte del tempo, degli avversari e della pressione di un pronostico che lo voleva favorito assoluto alla vigilia dell'ultima prova, Tom Dumoulin chiude 2° nella cronometro decisiva - Monza-Milano, 29.3 km, 21ª e ultima tappa di questa edizione - conquistando così il Giro d'Italia del centenario, che è anche il suo primo trionfo in carriera in un grande giro. Niente da fare per Quintana, Nibali e Pinot, diretti avversari rimasti in gara fino all'ultimo nella corsa al Trofeo Senza Fine: dopo più di tre settimane serratissime e tiratissime, però, è Tom Dumoulin il nuovo re in rosa. Il colombiano della Movistar paga 1'24" nella prova contro il tempo di oggi e vede così cancellato il vantaggio di 53" con cui si presentava sul rivale, chiudendo al 2° posto il suo Giro. La rimonta di Vincenzo Nibali nella generale si ferma a soli 9" da Quintana: il siciliano centra il podio rosa al termine di una tappa gagliarda. Non convincente la frazione di Pinot, annunciato come uno degli outsider più insidiosi in questa crono e invece crollato a 1'27" dal 33'23" di Dumoulin. Medaglia di legno per lui davanti al russo Zakarin, 5°, e a Domenico Pozzovivo, 6°.
CLASSIFICA generale — 1. Tom DUMOULIN (Ola, Sunweb) 90h34'54"; 2. Quintana (Col, Movistar) a 31"; 3. Nibali (Bahrain-Merida) a 40"; 4. Pinot (Fra) a 1'17"; 5. Zakarin (Rus) a 1'56"; 6. Pozzovivo a 3'11"; 7. Mollema (Ola) a 3'41"; 8. Jungels (Lus) a 7'04"; 9. Yates (Gb) a 8'10"; 10. Formolo a 15'17".
Le altre maglieMaglia Ciclamino: Fernando GAVIRIA (Col, Quick-Step Floors). Maglia azzurra: Mikel LANDA (Spa, Team Sky). Maglia bianca: Bob JUNGELS (Lus, Quick-Step Floors).
il vincitore di tappa — A conquistare la tappa un altro olandese, Jon Van Emden (Team Lotto Nl-Jumbo), giunto primo sul traguardo con il tempo finale di 33'08", a oltre 53km/h di media. Van Emden è stato campione nazionale di specialità nel 2010 e al Sagrantino era giunto 8° sul traguardo.
La classifica di tappa: 1. Jos VAN EMDEN (Ola, Lotto Nl-Jumbo) in 33'08"; 2. Dumoulin (Ola, Sunweb) a 15", 3. Quinziato (Bmc) a 27"; 4. Kiryenka a 31"; 5. Rosskopf a 35"; 6. Barta a 39"; 7. Preidler a 51"; 8. Jungels a 54"; 9. Tratnik a 56"; 10. Amador a 1'02".

 Gasport

Crotone-Lazio 3-1, calabresi salvi. Palermo-Empoli 2-1

I calabresi, che avevano chiuso l'andata con 9 punti, perfezionano la rimonta battendo la Lazio. I toscani perdono sul campo del già retrocesso Palermo





L'ultimo verdetto della serie A 2016/17 è clamoroso. Il Crotone, che aveva chiuso il girone d'andata con 9 punti, si salva grazie alla vittoria per 3-1 sulla Lazio. Decisiva la doppietta di Nalini, in aggiunta al gol di Falcinelli e all'inutile rigore di Immobile. L'Empoli si butta via perdendo 2-1 sul campo del già retrocesso Palermo (Nestorovski, Bruno Henrique e Krunic) e scende in B coi siciliani e il Pescara.
(da gazzetta.it)

Crotone, Nicola ha fatto il capolavoro. Dopo un'andata da 9 punti...

I calabresi si sono salvati grazie ai 25 punti ottenuti nel girone di ritorno. I grandi meriti del tecnico che ora se ne andrà in bici fino a Torino, come da promessa...




Vieni avanti Crotone. Del resto, dopo un girone di andata da 9 punti in 19 partite, per salvarsi la squadra di Nicola più che di un avanzamento aveva bisogno di un'uscita dai blocchi alla Usain Bolt. In una stagione che ha emesso molti, forse troppi verdetti con largo anticipo, la rimonta dei calabresi è stata la cosa più bella delle ultime giornate. Venticinque i punti ottenuti nel girone di ritorno, di cui venti nelle ultime nove partite. Due in più della Juventus, tanto per rendere l'idea. E la serie A mantenuta più che meritatamente.
(da gazzetta.it)

Roma, Totti, ultimo giro di campo. Tutto l'Olimpico in lacrime

Grandi emozioni con il capitano che, al termine della gara col Genoa, ha preso il microfono per ringraziare il popolo giallorosso. Ecco le sue parole



Un silenzio surreale. Nel momento in cui Francesco Totti saluta per sempre la Roma, da giocatore, i 65mila dell’Olimpico vivono sospesi nel tempo e nello spazio. Qualcuno prova a intonare qualche coro, ma non c’è la forza: le musiche del Gladiatore, del Re Leone, quella di Morricone e poi La vita è bella fanno da colonna sonora all’ultimo giro di campo del capitano della Roma. Piangono tutti, sugli spalti, in tribuna stampa e in campo. Gli unici fischi arrivano per Pallotta e Spalletti (che litiga con un cameraman di Sky perché lo inquadrava sui maxischermi dell’Olimpico e devono intervenire gli uomini dello staff a riportare la calma), per il resto c’è una commozione che nessuno dimenticherà. Soprattutto Francesco: “Adesso - dice - ho bisogno io di voi”.
(da gazzetta.it)

FANTAGRUMO 2016/17: RISULTATI 38^ GIORNATA







Luigi pigliatutto!
Terminato Frangrumo 2016/17
con altre vittorie per Luigi.
 
Vince la Finale dei PlayOff
contro Vito per 75,5 vs 64,5
grazie alle reti dei "soliti" napoletano Mertens e Callejon,
oltre alla rete di Alvarez entrato dalla panchina.
Per lui 70eur.
 
E Luigi vince anche la Classifica di Ritorno
dando oltre 75 punti di distacco agli inseguitori!
Per lui 120eur!
Nella lotta per il secondo posto, la spunta Max,
che riesce a difendere il premio di 80eur
nonostante la giornata di grazia di RoccoMiky (per loro 50eur),
che pagano però il fatto di aver giocato in 10 nella giornata decisiva
(gli giocano solo 2 difensori dui 7 disponibili!).

E anche il Record (50eur) va a Luigi,
che difende fino alla fine il 90,5 fatto nella terz'ultima giornata:
fino alla fine il record è stato insidiato da Mimmo, che segna ben 9gol
(Gomez, DeRossi, Eder2, Nestorovsky, Saponara, Defrel3),
ma lascia la tripletta di Defrel in panchina e per colpa del 5,5 di iTurbe
totalizza 82,0, anziché 93,0.

E' stato l'anno di Luigi, che tra Mertens-dipendente, una squadra completa
e un pizzico di fortuna porta a casa tanti premi, anche se per alcuni resta "ladro"!

1) LUIGI = 130+80+120+50+70 = 450
2) RoccoMiky = 180+120+50 = 350
3) Max = 80
4) Mimmo = 70
5) Costantino = 50

giovedì 25 maggio 2017

Europa League al Manchester Utd: 2-0 all'Ajax. Pogba-gol, Mourinho tris

Dopo il Community Shield e la Coppa di Lega, lo Special One conquista un altro trofeo: il suo United si qualifica per la prossima Champions




E' un "tripletino", nulla a che vedere con la maxi-impresa del 2010. Ma José Mourinho il vizio di vincere non lo perde mai: Ajax battuto 2-0 dal suo Manchester Utd nella finale di Europa League. A Stoccolma, Mou aggiunge altra argenteria alla già ricchissima bacheca, facendo il paio con la Coppa Uefa conquistata nel 2003 col Porto. Dopo l'omaggio alle vittime del vigliacco attentato di Manchester, il calcio offre alla città - alla sua metà rossa, almeno - una serata felice. Un piccolo aiuto per ripartire dopo uno shock tremendo, anche se la voglia di festeggiare, come è normale che sia, proprio non c'è. Tripletino, si diceva. E' il terzo trofeo per Mou nella sua prima stagione alla guida dei Red Devils, dopo il Community Shield e la Coppa di Lega. Questo vale molto più, perché significa qualificazione alla prossima Champions, traguardo che lo United aveva clamorosamente fallito in campionato.
(da gazzetta.it)

martedì 23 maggio 2017

FANTAGRUMO 2016/17: RISULTATI 37^ GIORNATA







Terminate le Semifinali di PlayOff.
Luigi stravince anche al ritorno contro Mimmo
e passa contro Mimmo con un totale di
178,5 vs 142
Nell'altra Semifinale passa a sorpresa
Vito, che elimina i Campioni RoccoMiky con un
142 vs 135,5
Quindi nell'ultima giornata la Finale PlayOff sarà
Luigi vs Vito,
dall'esito scontato!

Luigi infatto continua ad allungare nella Generale Ritorno
con un +69 sugli inseguitori:
vincerebbe il primo posto anche se non giocasse proprio nell'ultima giornata!

Al secondo posto Max trova l'allungo vincente
e vede già la medaglia d'argento!

Per il terzo posto se la giocano RoccoMiky e AlessandroFrancesco,
anche se la coppia di interisti parte con un vantaggio di 19,5.

lunedì 22 maggio 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 37^ GIORNATA: JUVENTUS-CROTONE 3-0

Juventus-Crotone 3-0, bianconeri nella leggenda: gol di Mandzukic, Dybala e Alex Sandro

Non sbaglia la squadra di Allegri: sesto titolo consecutivo grazie alla vittoria sul Crotone. Il doblete è servito, aspettando Cardiff





Due sillabe in tre giorni. A fare compagnia a “Tri”, la Coppa Italia e “Ple”, lo scudetto, manca ora l’ultima, quel “Te” che alla Juventus sperano di aggiungere il 3 giugno contro il Real Madrid. Ma intanto negli annali bianconeri resta il 21 maggio 2017 della leggenda. Una calda domenica di fine primavera che regala il sesto scudetto consecutivo alla Juventus. Traguardo che a inizio stagione a Vinovo avevano già ribattezzato della leggenda. Già, perché nessuno in Italia aveva mai vinto sei campionati di fila.
(da gazzetta.it)



domenica 21 maggio 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 37^ GIORNATA: NAPOLI-FIORENTINA 4-1

Napoli-Fiorentina 4-1, doppietta Mertens, Koulibaly e Insigne

La squadra di Sarri resta a -1 dalla Roma con una'altra bella gara al San Paolo. Per i viola a segno Ilicic




Record di punti, Mertens - autore di una doppietta - ad un solo gol dal capocannoniere Dzeko, una notte a due punti dalla Juve ma solo una giornata ancora da giocare ed il terzo posto che potrebbe materializzarsi tra 90'. Il Napoli ha salutato un San Paolo entusiasta battendo la Fiorentina che vede ormai allontanarsi l'Europa League.
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 37^ GIORNATA: CHIEVO-ROMA 3-5

Chievo-Roma 3-5: doppiette di El Shaarawy e Salah, la Juve è a 1 punto

Giallorossi due volte in svantaggio nel primo tempo, poi rimontano: 28esimo centro per Dzeko, non bastano i due di Inglese





La vittoria dei Faraoni, la Champions targata Egitto o giù di lì. Perché i tre punti presi a Verona dalla Roma mettono di fatto in cassaforte il secondo posto, permettendo ai giallorossi di sognare anche un po', visto che la Roma si va ad addormentare a -1 dalla Juventus (impegnata domani in casa con il Crotone). È ovvio che il 5-3 in casa del Chievo (doppiette decisive di Salah ed El Shaarawy), però, pesa molto di più guardando al Napoli, anche in considerazione del fatto che per un po' la Roma ha dovuto inseguire e magari si è messa anche paura di non farcela.
(da gazzetta.it)

 

giovedì 18 maggio 2017

Coppa Italia, Juve-Lazio 2-0: gol di Dani Alves e Bonucci, storico tris bianconero

Alex Sandro ispira i gol di Dani Alves (stupendo) e Bonucci nel primo tempo. Per i biancocelesti palo di Keita in avvio e poco altro

 



Tripletta chiama triplete. In attesa di poter urlare la parola proibita, la Juventus vince la Coppa Italia 2017. Trionfano loro, sempre loro: come nel 2015 e nel 2016, per la terza volta di fila. Allegri e i suoi ragazzi riscrivono la storia di un torneo che portava già il marchio bianconero nell'albo d'oro: le vittorie sono 12, meglio di chiunque altro, ma la tripletta di successi consecutivi sono un record assoluto. All’Olimpico, contro la Lazio finisce 2-0: la prima casella di una stagione che può diventare leggendaria si è riempita in 45 minuti: decidono i gol di Dani Alves al 12’ e Bonucci al 25’. 
(da gazzetta.it)

martedì 16 maggio 2017

FANTAGRUMO 2016/17: RISULTATI 36^ GIORNATA







Terminata l'andata delle Semifinali.
Molto equilibrio nella sfida tra Vito e RoccoMiky.
Nessuna storia nell'altra Semifinale,
dove Luigi stravince contro Mimmo
e supera il suo precedente record di 89,5,
con un grandissimo 90,5, grazie ai gol di
Callejon (2), Keita, El Sharaawi, Mertens e Naingolaan.
 
Nella Generale Ritorno,
primo posto oramai assegnato a Luigi,
continua la lotta per il secondo posto tra Max e RoccoMiky,
e per la seconda settimana consecutiva restano a pari punti!
Si allontana invece dal podio la coppia AlessandroFrancesco.

lunedì 15 maggio 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 36^ GIORNATA: ROMA-JUVENTUS 3-1

Roma-Juventus 3-1: gol di Lemina, De Rossi, El Shaarawy e Nainggolan

Apre Lemina, replica subito De Rossi. Poi nella ripresa il ribaltone firmato El Shaarawy e Nainggolan. Giallorossi secondi e a meno quattro dai bianconeri, a cui basta battere il Crotone per festeggiare





La personalità di De Rossi, i colpi di El Shaarawy e la rabbia di Nainggolan. La Roma miscela il tutto e piazza così il colpo dell'anno, battendo la Juve, respingendo l'assalto del Napoli al secondo posto e mettendosi in tasca un bel pezzo di Champions diretta. Per la Juve, invece, festa scudetto rimandata a domenica prossima in casa con il Crotone, anche se prima c'è una finale di Coppia Italia (contro la Lazio) da giocare mercoledì prossimo, sempre all'Olimpico di Roma. A fare la differenza, alla fine, sono state soprattutto le motivazioni e la voglia giallorossa di ribaltare una partita che sembrava aver preso una brutta china.
(da gazzetta.it)

 

domenica 14 maggio 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 36^ GIORNATA: ATALANTA-MILAN 1-1

Atalanta-Milan 1-1, Deulofeu risponde a Conti. Gasperini è in Europa

Fino all'88' nerazzurri sicuri del quinto posto, poi la squadra di Montella trova il pareggio con lo spagnolo, che risponde a Conti



Per la serata dei verdetti lo stadio di Bergamo si presenta con il tutto esaurito. L’Atalanta pareggia e fa sua l’Europa, dopo 26 anni. Il Milan è ancora alla ricerca di se stesso: quasi mai in partita, si ritrova nel finale e solo così mantiene il leggero vantaggio su Fiorentina e Inter per il sesto posto che vale "appena" i preliminari. Per la grande occasione entrambe le squadre si erano presentate con una sorpresa: nell’Atalanta paga Kurtic, con Kessie e Cristante dentro. Nel Milan la novità ha di nuovo la maglia numero 9 di Lapadula, con Bacca (l’espressione all’ingresso in campo non è per niente da gran serata) ancora in panchina. Non è nuovo, ma annunciato, il sistema con cui Montella si presenta a Gasperini: 3-5-2. Non è un gran bel primo tempo, anche se l’Atalanta comanda e cerca di far gioco: manca però negli ultimi metri, con Petagna ben controllato e Gomez un po’ meno brillante del solito. Lo confermano gli ultimi secondi dei primi 45’ quando solo davanti a Donnarumma si fa intercettare la traiettoria. Il Milan fa fatica e per ribattere si affida soprattutto alla velocità d’esecuzione di Deulofeu. L’Atalanta ha un obiettivo ancora da centrare completamente ma è il Milan che ha un vero conto aperto con la corsa all’Europa League: per il ritmo che le squadre danno alla partita sembrerebbe l’opposto.
(da gazzetta.it)

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 36^ GIORNATA: FIORENTINA-LAZIO 3-2

Fiorentina-Lazio 3-2: decisivo Kalinic, Parolo si infortuna

Tutto nella ripresa: Keita porta avanti Inzaghi, poi Babacar, il croato e l'autogol di Lombardi. Inutile il gol di Murgia. Contusione nel finale per il centrocampista: finale di Coppa Italia a rischio






Abulica per lunghi tratti, a un certo punto pure contestata dal suo pubblico (la contestazione in realtà c'è per i proprietari del club, ma anche i giocatori sono invitati a dare di più, per usare un eufemismo), ma alla fine la Fiorentina riesce lo stesso a ottenere un successo (3-2) che la rilancia nella corsa all'ultimo posto utile per l'Europa League. Le prossime partite diranno se sono stati tre punti utili o solo platonici. Intanto però i viola se li tengono stretti. La Lazio, invece, incassa il record di gol in campionato (sono 72, il precedente era di 71) e rinvia alle prossime gare gli altri tre primati (punti, vittorie esterne e complessive). Sconfitta indolore per la squadra di Inzaghi che è già con la testa alla finale di Coppa Italia con la Juve di mercoledì prossimo. Un impegno che la condiziona ancor prima di scendere in campo, con le scelte del tecnico che risparmia quasi tutti i titolari. Decisione favorita ovviamente dal fatto che i romani l'Europa League l'hanno già messa in cassaforte da una settimana.
(da gazzetta.it)

Spal in A, Semplici: "Ci davano per retrocessi. Dedicato a mio padre"

La proprietà è salita dalla Terza Categoria alla A, il tecnico: "Ci sono tutti i presupposti per continuare insieme"





Dediche importanti ed emozionanti per due protagonisti della promozione in serie A della Spal dopo 49 anni. "La dedica è per mio padre, sincera" le parole commosse del tecnico Leonardo Semplici che a proposito del suo futuro alla guida della squadra ferrarese ha aggiunto: "Lo ufficializzerà la società, ma penso ci siano tutti i presupposti per continuare insieme". "La mia dedica è per Piermario Morosini" ha detto invece Pasquale Schiattarella, compagno al Livorno dello sfortunato calciatore morto sul campo il 16 aprile del 2012, allontanandosi subito dal microfono per l'emozione.
(da gazzetta.it)

venerdì 12 maggio 2017

Europa League, finale tra il Manchester Utd di Mourinho e l'Ajax

I Red Devils rischiano grosso col Celta Vigo: 1-1 e Guidetti spreca una chance enorme al 96'. Superba rimonta dell'Olympique, ma non basta: 3-1, olandesi avanti. Finale il 24 maggio

 
 
Sarà un'altra finale per José Mourinho: anche in una stagione difficile al Manchester Utd, lo Special One si giocherà l'Europa League dopo aver già conquistato Community Shield e Coppa di Lega. Lo farà il 24 maggio a Stoccolma contro l'Ajax. Ma chi si aspettava due gare semplici, dopo l'andata favorevole a inglesi e olandesi, si sbagliava di grosso: partite da batticuore fino al novantesimo, e oltre.
 
lione-ajax 3-1 — Comincia forte l'Olympique, che cerca la rimonta con Lacazette. I lancieri si riorganizzano in fretta e pungono con Dolberg e Traoré, creando qualche apprensione a Lopes. Al 27' il danese classe '97 sblocca la gara con un colpo di classe: delicato pallonetto a scavalcare il portiere in uscita. Traoré potrebbe raddoppiare, invece l'Ajax si ritrova addirittura sotto all'intervallo. Merito di Lacazette, che segna due gol in un minuto: il primo su rigore, il secondo su assist di Fekir dopo un rinvio sbagliato dalla difesa olandese. E' il preludio a una ripresa d'assalto per il Lione, che tuttavia non riesce a capitalizzare una serie di situazioni favorevoli, ancora con Lacazatte, Fekir e Tolisso protagonisti. Dolberg, sul fronte opposto, resta il più ispirato tra i lancieri. Si va avanti a ritmi altissimi, Rybus per l'Olympique si fa murare sul più bello e Van de Beek risponde con una traversa clamorosa. Quando l'Ajax sembra vicino al traguardo, succede di tutto: Ghezzal trova il 3-1 di testa, Viergever si guadagna un cartellino rosso ingenuo e Cornet si divora il pallone che sarebbe valso i supplementari. Gli olandesi tornano in una finale europea dopo 21 anni: l'ultima era stata quella di Champions con la Juve nel '96.
 
manchester utd-celta 1-1 — Iniziano bene i galiziani a Old Trafford, con Romero attento su Aspas. Poi, però, i Red Devils passano al primo vero affondo: splendido assist di Rashford e colpo di testa di Fellaini, la specialità della casa, al 17'. La reazione del Celta si concretizza in un paio di conclusioni di Sisto, ma nulla che preoccupi troppo lo United fino al riposo. Stesso copione nella ripresa, con il Man Utd che gestisce il risultato e gli spagnoli protesi nel tentativo di rimettersi in corsa. Arrivano una palla-gol sprecata da Guidetti e una simulazione di Aspas in area, mentre dall'altra parte le cose migliori le fa sempre Rashford. Berizzo impreca quando Guidetti, indisturbato, sbaglia malamente lo stacco che avrebbe riaperto i giochi. Ma è questione di poco, per il pareggio: al minuto 86, Roncaglia indovina il colpo di testa che batte Romero per l'1-1. Gli animi si scaldano, si accende una rissa a centrocampo e ne fanno le spese proprio l'ex viola e Bailly: espulsi entrambi, anche se l'argentino sembra meno colpevole dell'ivoriano. Al 96', il Celta ha la palla perfetta per completare la beffa, ma Guidetti la "cicca" ancora davanti alla porta: brividi al Teatro dei Sogni, che per poco non si trasforma in un incubo per Mou.
(da gazzetta.it)
 

giovedì 11 maggio 2017

Champions, Real Madrid in finale con la Juve: 2-1 Atletico, ma non basta

Apre Saul di testa, raddoppia Griezmann su rigore (battuta irregolare), poi Isco sfrutta un numero di Benzema e segna il gol-qualificazione

 



Niente impresa per i Colchoneros: a Cardiff, in finale di Champions con la Juve, ci andrà il Real Madrid. Contro i "galacticos", forti del 3-0 ottenuto la scorsa settimana al Bernabeu, non sono bastate la proverbiale "garra" rojiblanca né l’incredibile spinta del Calderon, a cui la banda del Cholo dice addio (dall’anno prossimo giocherà nel nuovo “Wanda Metropolitano") incassando la quarta delusione consecutiva per mano dei blancos dopo l’eliminazione ai quarti nel 2015 e le due finali perse nel 2014 e 2016. L’Atletico ha sognato per quasi un tempo sulla scia di un micidiale uno-due di Saul e Griezmann (su rigore) nei primi 16’. Poi il gol di Isco ispirato da una magica giocata di Benzema ha spalancato ai Blancos la strada per Cardiff. Nonostante il k.o., è festa in casa Real per la seconda finale consecutiva di Champions e per aver eguagliato il record del Bayern Monaco dopo aver segnato per 61 partite di fila. Zidane può già pensare alla sfida contro la Juventus, mentre il popolo madridista continua a cullare il sogno dello storico bis europeo e dell’accoppiata Liga-Champions che manca da 60 anni.
(da gazzetta.it)

lunedì 8 maggio 2017

FANTAGRUMO 2016/17: RISULTATI 35^ GIORNATA







Conclusi i Quarti di Finale
dei PlayOff 2016/17.
Due gare molto equilibrate:
Vito ha eliminato Mario
140 vs 134.

Molto più quilibrato l'altro Quarto,
dove la coppia AlessandroFrancesco aveva recuperato lo svantaggio dell'Andata
grazie alle doppiette di Quagliarella e Dzeko,
ma quasi allo scadere arriva il rigore di De Rossi che fa passare
il turno a Mimmo con un punteggio totale di
144 vs 142,5,
dove praticamente il +3 di vantaggio
ha fatto la differenza!

Prossima settimana Andata Semifinali senza bonus
e con i Campioni che tornano in campo
RoccoMiky vs Vito
Luigi vs Mimmo

Nella generale, Luigi allunga ancora su tutti,
mentre Max si fa raggiungere al secondo posto
da RoccoMiky, che gli recuperano 18 punti in una giornata sola!

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 35^ GIORNATA: MILAN-ROMA 1-4

Milan-Roma 1-4: Dzeko doppietta, Pasalic, El Shaarawy e De Rossi gol

Prova di forza giallorossa al Meazza: il bosniaco, l'ex e il centrocampista su rigore stendono i rossoneri, inutile la rete del croato sullo 0-2. Paletta espulso

 

La Roma rimonta il Napoli nella notte di San Siro: Spalletti comanda ancora su Sarri per il secondo posto, con distanza riportata a due punti. Per il Milan è la seconda sconfitta casalinga consecutiva, dopo quella con l’Empoli: una sola vittoria nelle ultime sei. Un riassunto di quello che pensa San Siro si ha già alla fine del primo tempo: fischi alla squadra, ma neppure troppi tanto è evidente la superiorità avversaria, e primi, sentiti, applausi per Francesco Totti già alla lettura delle formazioni (omaggiato con uno striscione anche nella ripresa). Il Milan aveva dovuto rinunciare a Calabria per un problema muscolare: contro Salah, dentro Vangioni. Confermata invece la terza panchina consecutiva per Bacca: davanti c’è Lapadula. Nella Roma ecco Perotti al posto dell’ex El Shaarawy. 
(da gazzetta.it)

domenica 7 maggio 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 35^ GIORNATA: JUVENTUS-TORINO 1-1

Juventus-Torino 1-1: capolavoro Ljajic, rosso ad Acquah, Higuain gol al 92'

Prodezza del serbo in avvio di ripresa, poi ingiusta espulsione e Toro in 10 per 40'. Il Pipita trova il pari nel recupero.

 


Il derby è questo, sofferenza, resistenza fino allo stremo, capovolgimenti di fronte. Il Torino è passato dall'esaltazione massima alla disperazione per aver buttato via l'occasione di vincere, la Juventus invece si è risvegliata da un incubo grazie a Gonzalo Higuain, che al 47' del secondo tempo ha pareggiato i conti, mandando in frantumi il sogno granata. No Pipita no party: Allegri aveva scelto di farlo riposare dopo 24 partite giocate consecutivamente, ma serve lui per rimettere le cose a posto.
(da gazzetta.it)



 

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 35^ GIORNATA: NAPOLI-CAGLIARI 3-1

Napoli-Cagliari 3-1, Doppio Mertens: sono 30. Chiude Insigne

Tutto facile per la squadra di Sarri. Il belga fa doppietta e raggiunge quota 30 in stagione. I sardi mai pericolosi e a segno solo nel recupero con Farias 





Trent'anni oggi e trenta gol in stagione, insomma trenta e lode. Dries Mertens si è regalato un compleanno da favola al San Paolo. Napoli-Cagliari doveva essere la sua partita ed in effetti lo è stata praticamente dall'inizio alla fine. Dopo due minuti, infatti, il belga ha portato avanti gli azzurri spianando la strada ad un successo che ha permesso alla squadra di Sarri (elogiato con uno striscione dalla Curva B) di superare, almeno per stanotte, la Roma che sarà impegnata domani in casa del Milan. È stato sempre Mertens a raddoppiare in avvio di ripresa e poi a servire ad Insigne il pallone del tre a zero. Il Cagliari ha prodotto davvero troppo poco ed è stato Farias all'ultimo istante a salvare almeno la faccia alla squadra isolana che ha palesato limiti atletici e di personalità.
(da gazzetta.it)

 

giovedì 4 maggio 2017

Champions League, Monaco-Juventus 0-2: Higuain, doppietta da fenomeno

Un grande Dani Alves ispira la doppietta (un gol per tempo) del Pipita. Allegri azzecca tutto e vede Cardiff

 



Ai marziani hanno spento il raggio laser. Ai giovani fenomeni hanno bloccato la crescita. Barça, Monaco, non c’è avversario che tenga. La Juve sbanca il casinò di Montecarlo, innesta il turbo e imbocca lo svincolo verso la finale. Non è finita, i ragazzini francesi sono imprevedibili: però i bianconeri sono monotoni. Colpiscono, vincono, controllano. Hanno 5 anni e 99 giorni, in media, più degli avversari (record di una semifinale di Champions) ma la vecchiaia ce la ricordavamo diversa. In più qualcuno fa notare che l’ultima volta che hanno preso gol in Champions Obama era ancora presidente Usa. Organizzazione, prestazioni dei difensori, soluzioni tattiche e i poteri di superGigi Buffon rendono la porta inviolabile. Quella avversaria la sfondano loro, la coppia di eroi di Montecarlo: Higuain e Dani Alves.
(da gazzetta.it)


mercoledì 3 maggio 2017

Champions, Real-Atletico 3-0: Ronaldo, una tripletta da urlo

Il fuoriclasse portoghese segna una tripletta pazzesca e avvicina i Blancos alla finale di Cardiff. Per i colchoneros solo una vera occasione

 



Tre gol fatti, nessuno subito e gli applausi a scena aperta del “Bernabeu” per Ronaldo. Serata da incorniciare per il Real di Zizou, che ipoteca il passaggio in finale di Champions con una tripletta del fuoriclasse portoghese contro un Atletico quasi irriconoscibile. Serata da dimenticare per Griezmann, surclassato nel confronto a distanza con CR7. Per i Blancos, oltre all'enorme vantaggio in vista della semifinale di ritorno, mercoledì prossimo al Calderon, anche la soddisfazione di aver spezzare la striscia positiva dei Colchoneros al “Bernabeu” che durava da quattro sfide. 
(da gazzetta.it)

martedì 2 maggio 2017

FANTAGRUMO 2016/17: RISULTATI 34^ GIORNATA







Chiusa l'andata dei Quarti di Finale dei PlayOff:
Mimmo e Vito battono di poco rispettivamente
AlessandroFrancesco e Mario,
ma se la giocheranno nel Ritorno.

Novità nella generale:
Luigi mette la freccia e a sorpresa sorpassa Max
al primo posto della Classifica Ritorno,
mentre per il 3° posto continua la
lotta tra RoccoMiky e AlessandroFrancesco.

lunedì 1 maggio 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 34^ GIORNATA: INTER-NAPOLI 0-1

Inter-Napoli 0-1: Callejon gol, Nagatomo che errore. Sarri a -1 dalla Roma

Decide lo spagnolo, che sfrutta un pasticcio del giapponese: Pioli alla seconda sconfitta di fila, la quarta nelle ultime sei

 
 
Sesta gara consecutiva senza vittoria per l’Inter, ottavo risultato utile di fila per il Napoli. La serata del Meazza riassume due situazioni opposte. Il Napoli batte 1-0 l’Inter grazie a Callejon e si porta a un solo punto dalla Roma seconda. La volata più interessante diventa così quella per l’accesso diretto ai gironi di Champions. L’Inter invece resta inchiodata ancora (2 punti nelle ultime 6 uscite), avvolta da malumori e qualche fischio del Meazza. Il Milan ci guadagna pure con il pareggio di Crotone aumentando la distanza tra sé e i nerazzurri a tre punti. L’Europa League sta svanendo, come la figura di Pioli, ormai in dissolvenza. Il settimo posto, protetto dal k.o. della Fiorentina a Palermo, regalerà almeno la tournée asiatica della prossima estate. 
(da gazzetta.it)
 
 

domenica 30 aprile 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 34^ GIORNATA: TORINO-SAMPDORIA 1-1

Torino-Sampdoria 1-1: a segno Schick e Iturbe

Gol meraviglioso dell'attaccante boemo, poi k.o. per infortunio. Il Toro spinge, spreca e trova il meritato pari nella ripresa

 

Giovani, forti e appetiti dalle grandi. La locandina della partita era il loro duello. Patrick Schick ha segnato, Andrea Belotti no. Il meritato gol del pari per Mihajlovic è un inedito: lo firma Iturbe alla prima gioia in granata. La grande serata dell'attaccante boemo, che offre un tempo di numeri di alta scuola, è il primo ingrediente della qualità con cui i blucerchiati danno fastidio al Toro. Fuori lui, a inizio ripresa dopo un colpo alla spalla, la Samp smette di creare pericoli. E non serve il terzo indizio per fare una prova.
(da gazzetta.it)

sabato 29 aprile 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 34^ GIORNATA: ATALANTA-JUVENTUS 2-2

Atalanta-Juventus 2-2: Conti, autogol di Spinazzola, Dani Alves e Freuler

Bel primo tempo della squadra di Gasp, avanti con Conti. Nella ripresa autogol di Spinazzola e rete per Dani Alves prima del definitivo pari dello svizzero

 

Del Monaco l’Atalanta ha la freschezza della gioventù e le frequenze supersoniche: lo tenga a mente la Signora prima della Champions perché, nelle prove generali della semifinale a Bergamo, più che il secondo tempo arrembante, può rimanere negli occhi il primo deprimente. La Juve è andata in crescendo, l’Atalanta terribile del Gasp in calando: alla fine, il 2-2 fotografa una partita completamente a due facce, ma le occasioni per i bianconeri sono numericamente molto di più. Per questo, anche alla luce del pari-beffa arrivato allo scadere e su una azione confusa, Allegri può avere qualche rimpianto per la classifica accorciatasi: la Roma può andare a -6, ma basterà preservare la cattiveria della ripresa per non correre rischi in chiave scudetto.
(da gazzetta.it) 


mercoledì 26 aprile 2017

FANTAGRUMO 2016/17: RISULTATI 33^ GIORNATA







Conclusi gli Ottavi di Finale dei PlayOff.
La sorpresa di giornata è Vito
che fa una grandissima rimonta su Costantino e lo elimina.
 
Non riesce a completare la rimonta il capolista Max,
e a sorpresa passa il turno Mario, con un misero 59.
 
Nessuna sorpresa per AlessandroFrancesco,
che stravincono anche la gara di ritorno contro Dario,
mentre Mimmo grazie al gol di Milik
elimina la coppia GianlucaEmanuele.
 
Prossimo turno nei Quarti:
Mimmo (+3) vs AlessandroFrancesco
Vito (+3) vs Mario
 
Nella Genarale Ritorno, guida sempre Max
anche se perde qualche punto sugli inseguitori:
Luigi oramai è lì e promette battaglia fino alla fine.
Per il terzo posto RoccoMiky vedono
avvicinatrsi la coppia AlessandroFrancesco.
 
Formazioni entro venerdì.

martedì 25 aprile 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 32^ GIORNATA: PESCARA-ROMA 1-4

Pescara-Roma 1-4: Strootman, Nainggolan e doppietta Salah

Zeman regge 43', poi la squadra di Spalletti dilaga, tornando a +4 sul Napoli. Nel finale Benali fissa il record di gol segnati in una giornata di serie A. Retrocessione aritmetica per gli abruzzesi

 


La Roma spreca tantissimo per 44 minuti, poi chiude i conti con Strootman, Nainggolan e la doppietta di Salah e riporta a 4 i punti di distanza dal Napoli con vista sulla Champions League. Troppa differenza tra le due squadre, troppa distanza in ogni valore: tecnico, tattico e motivazionale. Con un caso finale in casa Roma, i vaffa di Dzeko a Spalletti per la sostituzione a 20 minuti dalla fine.
(da gazzetta.it)

Pescara (4-3-3): Fiorillo 6; Zampano 5, Bovo 5, Coda 5 (35′ st Fornasier), Biraghi 4,5; Coulibaly 5 (22′ st Verre 6), Muntari 6 (1′ st Bruno 5), Memushaj; Benali 6, Bahebeck 5, Caprari 4,5. A disp.: Bizzarri, Aldegani, Crescenzi, Milicevic, Kastanos, Cerri, Brugman, Mitrita. All.: Zeman
Roma (4-2-3-1): Szczesny 6,5; Rudiger 6, Manolas 6, Fazio 6, Emerson 7 (35′ st Juan Jesus); Paredes 6,5 (37′ st Perotti), Strootman 7; Salah 7,5, Nainggolan 7, El Shaarawy 7; Dzeko 6 (26′ st Grenier 6). A disp.: Alisson, Lobont, Bruno Peres, Mario Rui, Vermaelen, Gerson, De Rossi. All.: Spalletti
Arbitro: Irrati
Marcatori: 44′ Strootman (R), 45′ Nainggolan (R), 3′ st e 15′ st Salah (R), 38′ st Benali (P)
Ammoniti: Biraghi, Muntari (P)

lunedì 24 aprile 2017

VOTI UFFICIALI FANTACALCIO 2016/17, 32^ GIORNATA: JUVENTUS-GENOA 4-0

Juventus-Genoa 4-0: autogol di Munoz, Dybala, Mandzukic e Bonucci

I bianconeri dominano la partita e vanno a +11 sulla Roma impegnata domani a Pescara. Nel finale esordio per Mandragora 

 


Nella mente e nel cuore il Barcellona si confonde col Monaco: allo Stadium la gente ha ancora negli occhi l’impresa catalana e sogna di ripeterla nel Principato. In mezzo ci sarebbe però il Genoa, annichilito senza dover sudare troppo. Questa in campionato contro il Grifone doveva essere la “partita scudetto” secondo il pensiero di Allegri in vigilia e il 4-0 finale certifica, se mai ce ne fosse bisogno, che il tricolore sarà nuovamente cucito sul bianconero. In più, la Juve vendica la partita folle dell’andata a Marassi, quella in cui la truppa adesso arrivata in semifinale di Champions ha patito di più. Ma stavolta in campo non c’è alcuna traccia di quel Grifone che rifilò tre sberle in 29 minuti, anzi le parti sono naturalmente rovesciate. E negli applausi finali del pubblico, uno è dedicato a Mandragora, all’esordio in bianconero: ecco una scheggia di futuro proprio contro la ex squadra del talentino napoletano.
(da gazzetta.it)